Hai già compiuto 18 anni?

Bevi responsabilmente

Spedizione gratuita da 99 €*

Conti Bossi Fedrigotti

- 2%
Conti Bossi Fedrigotti Fojaneghe Vigneti delle Dolomiti IGT
22,50 
Conti Bossi Fedrigotti Mas’est Marzemino Trentino DOC
10,50 
Conti Bossi Fedrigotti Mas’est Teroldego Vigneti delle Dolomiti IGT
13,20 

La famiglia dei Conti Bossi Fedrigotti vive in Trentino, a Rovereto, da quasi 600 anni e da più di 300 si occupa di vino.
Dalla prima vendemmia del 1697 alla grande innovazione del 1961, quando il Conte Federico creò con il Fojaneghe il primo uvaggio bordolese italiano, la Famiglia Bossi Fedrigotti ha tramandato la passione per la propria terra e i caratteristici vini che esprimono gli aromi e i profumi delle Dolomiti.
Questo patrimonio, simbolo della nobile tradizione enologica trentina, è valorizzato in tutto il mondo dall’esperienza di Masi.

I Conti Bossi Fedrigotti
Il primo esponente della famiglia Bossi Fedrigotti a stabilirsi in Trentino fu Nicolò, emigrato – forse in fuga – dal turbolento Ducato di Milano, che nel 1434 approdò a Sacco, oggi frazione di Rovereto. Durante i due secoli successivi la famiglia trasse profitto dal trasporto fluviale.
La proprietà cominciò a ingrandirsi negli ultimi decenni del ‘600 con l’acquisto di “una pezza di terra in Fojaneghe”. La prima vendemmia risale al 1697.
Nel ‘700 il patrimonio agricolo si allargò fino a raggiungere la massima estensione di 250 ettari.
La vinificazione era un’attività in continua crescita, come dimostra un diploma di Maria Teresa che concede al conte Pietro Modesto la licenza di commerciare i suoi vini nelle contrade dell’Impero.
Tra il 1780 e il 1790 fu edificato a Rovereto il Palazzo Bossi Fedrigotti. L’attività si trasferì a Maso San Giorgio, sede attuale dell’azienda.
L’era di Napoleone, ospite della dimora familiare nel 1796, provocò una crisi profonda e duratura e i possedimenti subirono progressive riduzioni finché una intraprendente nobildonna della famiglia, Luigia, reggente del fedecommesso familiare per conto dei nipoti, rilanciò la produzione e le vendite.
Negli anni Cinquanta Federico Bossi Fedrigotti intuì la necessità d’una profonda trasformazione: fu lui a creare il primo “uvaggio bordolese” in Italia nel 1961: al nuovo vino, accompagnato da un costante successo, fu dato il nome di “Fojaneghe”.
Dal 2007 la Tenuta Conti Bossi Fedrigotti è uno degli château storici delle Venezie nell’alveo del Gruppo Masi.

© Copyright 2022 EnoArt di Senatore Roberto
Via Pola 16 - 20843 Verano Brianza (MB)
C.F. SNTRRT99L30I441M - Partita IVA 11836520962 - REA MB - 2626896
0
    Carrello 0
    Mancano 99,00  per la spedizione gratuita
    Il carrello è vuotoTorna allo shop
         Calcola spese di spedizione
         Applica coupon